Cosa fa di un arbitro un ARBITRO? La RTO di Graziella Pirriatore – Sezione AIA Bologna

Cosa fa di un arbitro un ARBITRO? La RTO di Graziella Pirriatore

Designazioni Arbitri Nazionali 2/3 novembre
1 Novembre 2019
Bitonti per Ravenna-Cesena
6 Novembre 2019

Cosa fa di un arbitro un ARBITRO? La RTO di Graziella Pirriatore

“Quest’anno le riunioni le tengono i nostri associati…”

Queste sono state le parole del Presidente Antonio Aureliano ad inizio stagione e così, a cominciare, è stata Graziella Pirriatore.

Arbitro Internazionale ed appartenente alla CAN D, in questi anni Graziella ha maturato un’esperienza, dentro e fuori dal campo, che è riuscita a trasmettere ai numerosi colleghi presenti in sala lunedì sera.

Il tema della serata è stato: cosa fa di un arbitro un ARBITRO? Nel corso della RTO la relatrice ha voluto evidenziare quali sono tutti quegli aspetti e quelle caratteristiche che un Arbitro deve inevitabilmente possedere per poter essere definito tale.

Aspetto disciplinare, tecnico e comportamentale: ogni domenica sono questi i punti che gli osservatori e gli organi tecnici toccano in fase di colloquio, ma manca un elemento fondamentale. La prestazione dipende inevitabilmente dalla conoscenza e la gestione di sé. Un aspetto su cui si deve lavorare autonomamente e che solo col passare delle partite si riesce a padroneggiare. Ogni Arbitro si deve sempre portare in ogni campo un bagaglio personale contenente adattabilità, cooperazione, integrità, onestà, tolleranza allo stress, fiducia in se stessi, equilibrio, coraggio, intelligenza, perseveranza, estroversione e controllo emotivo.

Altro concetto cardine della riunione è quello di LEADER: l’arbitro deve individuare già dalla fase di riscaldamento il leader di una squadra e si deve dimostrare leader dei leader. Solo questa è la chiave per entrare in campo essendo “sopportati” ed uscirne “stimati”. Il tutto mantenendo sempre il giusto atteggiamento, dimostrando forza e coerenza.

Graziella ha voluto chiudere la riunione ricordando che tutti possono sbagliare, nessuno è infallibile. L’importante è sapersi rialzare dopo ogni errore e proseguire la partita nella maniera corretta. Il compito dell’Arbitro è: vedere, decidere, cancellare.

I numerosi associati accorsi in sezione hanno apprezzato molto la passione e la competenza trasmessa da Graziella e hanno dimostrato molto interessa andando ad interagire con essa, creando un prolifico dibattito.

 

//]]>